ore 6:00 - ore 8:00

Sveglia bambini c'è un mondo da esplorare e da scoprire!
Il papà e la mamma si preparano per il lavoro, di solito hanno i minuti contati... e magari voi bambini avete ancora un pò di sonno.
Creiamo un rituale del risveglio rassicurando con piccoli gesti ripetitivi i nostri figli, trasformiamo il momento del buongiorno in un gioco, in modo che i bambini vi partecipino attivamente.

Ogni mattina ascoltiamo le canzoncine, filastrocche e cantiamo insieme ai nostri bimbi
Che sia un inizio di giornata sereno. Cerchiamo di creare in casa un ambiente calmo e un'atmosfera tranquilla, e di dare qualche parola di incitamento. Raccontiamo le cose belle stanno per cominciare e che sapete far felice i nostri figli, per incoraggiarli positivamente ad affrontare la giornata.
Tra le tante canzoni qui potrai ascoltare:
La sveglia birichina, la Filastrocca del mattino, La battaglia di Magenta, Buongiorno buongiorno, Il caffè della Peppina e All'alba sorgerò dal cartone animato Frozen

ore 8:00 - ore 10:00

La mattina è il momento del distacco quotidiano, da casa a scuola, i nostri figli entrano nel loro mondo esclusivo in cui hanno i loro amici e altri adulti come punto di riferimento, un mondo in cui sono nello stesso piano di altri coetanei.
La scuola è un'opportunità per rendere a piccoli passi i nostri bambini indipendenti dall'ambiente domestico e per introdurli nella vita sociale. La scuola è il luogo privilegiato dell'imprevisto dove si può imparare a conoscere ed esplorare cose nuove.
La strada per andare a scuola non sia un percorso triste e silenzioso ma che possa essere il preludio a questa grande attesa di bellezza e di scoperte di nuove cose, quindi in auto accendiamo le casse e cantiamo insieme a loro.
Prima di salutarli per andare a scuola e noi al lavoro, salutiamoci con un caldo abbraccio, un sorriso e un bacio forte augurandoci la buona giornata!
Tra le tante canzoni qui potrai ascoltare:
Cantiamo l'alfabeto, le Tabelline canterine (cha cha cha della tabellina), La canzone delle vocali, La canzone dei giorni della settimana, Giro giro tondo, e l'intramontabile canzone dei sette nani Ehi OH andiam a lavorar.

Le attività motorie all'asilo hanno lo scopo di incoraggiare i bambini ed aiutarli a prendere fiducia nelle loro capacità d'azione e riuscita; sono accompagnati dai maestri a scoprire e consolidare le esperienze piacevoli del moto e dell'attività fisica In questo modo i bambini potranno sicuramente maturare una fiducia in se stessi.
I grandi spazi della palestra sono arricchiti con palle, birilli,cubi colorati, cerchi e attrezzi speciali, per rendere ancor più meravigliosa e fantastica l'atmosfera di questo momento a scuola.
Mettete la musica per dare armonia alle vostre attività così che i bambini possano muoversi a ritmo o Scoprire la direzione del suono e seguirla con i movimenti del loro corpo.
Care maestre, al mattino durante l'accoglienza mettete un sottofondo musicale,incoraggia i piccoli ad entrare, poi si canta e si gioca con la musica scandendo i vari momenti della giornata.
Tra le tante canzoni qui potrai ascoltare:
la Danza per la panza, Se sei felice tu lo sai batti le mani, Lo sport a modo mio, Il criceto ballerino, Il ballo del qua qua, il pulcino Pio e Hakuna matata dal cartone animato il Re Leone

ore 12:00 - ore 16:00

Il gioco per i bambini è un aspetto fondamentale nel corso della giornata.
Il bambino giocando incomincia a capire la funzione delle cose, il gioco determina un ruolo basilare all'interno dei processi di apprendimento e stimola la fantasia. I giochi sono contraddistinti dalle regole e si svolgono spesso in gruppo. Questo abitua il bambino a stare con gli altri, e all'attenzione delle regole per assicurare il buon andamento del gioco.
L'importante non è il giocattolo con cui giocare, ma la presenza di qualcun altro per condividere quell'esperienza, che sia un amico o un fratello o una sorella o un genitore. Non dimentichiamo mai la parola insieme.
Gioca con la musica, la musica ha una eccezionale capacità immaginativa: esprime sentimenti, emozioni, raffigura cose, colora mondi. La musica e Il gioco sono ottimi come metodo di stimolo alla curiosità e di crescita alle scoperte, acquisendo maggiore fiducia nella comunicazione e nelle relazioni con gli altri bimbi.
La giornata in classe per i nostri figli vuol dire semplicemente stare seduti tante ore, ascoltare gli insegnanti ed essere interrogati. Fatevi raccontare quello che hanno fatto, quello che gli è piaciuto, quello che hanno scoperto, chi sono i compagni di classe. E poi via a giocare insieme, perché i giochi sono importanti come i compiti.
Tra le tante canzoni qui potrai ascoltare:
Nella Vecchia Fattoria, I Due Liocorni, Il Gatto Puzzolone, La Bella Lavanderina, Tarzan lo fa, la Bella Tartaruga e Johnny Bassotto

Ogni bambino rimane incantato e pieno di curiosità di fronte agli animali. Da dove nasce questa attrazione irresistibile, che ogni cucciolo umano avverte di fronte al regno animale.
Un animale fa capire al bambino che non esistiamo soltanto noi umani, educa alla diversità, questo sentimento misto tra il timore e lo stupore, scaturisce dal vedere gli animali allo stesso tempo simili ma diversi, anche la giraffa ha un collo, il leone dei denti, l'elefante le orecchie e un naso ma sono di forme strane agli occhi di un piccolo
Inizia così a liberarsi la fantasia: di volare in alto come un aquila, di nuotare come un delfino, di correre veloce come un ghepardo, di saltare come un canguro, di avere la forza di un gorilla e vivere insieme a loro bellissime avventure fino ai confini della propria immaginazione
La presenza in casa, di un animale che sia un canarino, un coniglietto, un pesce rosso, un cane, un gatto o una tartaruga, può rappresentare una grande opportunità di crescita per un bambino. Coinvolgendolo in alcune semplici compiti, tipo occuparsi della pappa o tenere pulita la cuccia, lo responsabilizza a prendersi cura di un altro essere vivente, adattandolo alle sue esigenze
Qui potrai ascoltare tutte le canzoni e filastrocche che hanno come protagonisti gli animali
Nella Vecchia Fattoria, il Pulcino Pio, Quarantaquattro Gatti, il Torero Camomillo, il Pinguino Belisario, il leone addormentato e il pappagallo di Sergio Endrigo
Area degli allegati

Proviamo ad organizzare un pomeriggio speciale a settimana con i nostri figli. Che sia una mostra, il cinema, il compagno di scuola invitato a casa o banalmente una merenda in una sala da tè. Gli altri giorni saranno l'attesa di questo momento e aiuterà i bambini a scandire il tempo.
Non stiamo solo accanto ai nostri figli stiamo insieme, entriamo in sintonia con il mondo dei più piccoli, divertiamoci con loro, accantoniamo il ruolo del genitore impegnato, troviamo energia e tempo.
Noi genitori non perdiamo la nostra parte infantile e creativa riscopriamo il divertimento fine a se stesso e il piacere di stare con i nostri bambini, balliamo con loro scateniamoci, liberiamo la nostra vivacità.
I bambini con il ballo imparano la coordinazione, la stabilità, l'equilibrio, la flessibilità, la resistenza e un po' di disciplina. Ballare significa anche memorizzare i passi e i gesti da dover compiere.
Ballando, guidati e insieme ad un adulto i bambini scoprono le potenzialità e la bellezza di muovere il proprio corpo, allo stesso tempo in maniera libera ma ordinata e armoniosa. Si entra in un mondo in cui ci si può esprimere anche senza parole, ma con azioni, pose ed espressioni del viso.
Tra le tante canzoni qui potrai ascoltare:
Il Coccodrillo Come Fa? La Pecora nel Bosco, Mi Scappa la Pipì, La Nuova Fattoria, La Macchina del Capo e Tutti Voglion Fare Jazz dal cartone animato gli Aristogatti.

Canzoni x bambini zecchino d'oro
ore 18:00 - ore 19:00

Il nome prende ispirazione dall'albero degli zecchini d'oro della favola di Pinocchio, nel 1959 nasce lo zecchino d’oro da un idea di Cino Tortorella in versione Mago Zurlì. Nel 1961 - la manifestazione si trasferisce all'Antoniano di Bologna e i bambini in gara vengono accompagnati dal Piccolo Coro dell'Antoniano diretto da Mariele Ventre. Scopo dello Zecchino d'Oro è promuovere la produzione di canzoni per bambini, idonee all'infanzia, musicalmente e letterariamente al migliore livello possibile. Si premia la canzone e non il cantante.

Le canzoni dello Zecchino toccano con fantasia ed immaginazione l’orizzonte dei più piccoli e prendono vita “ il cuoco pasticcione”, “il caffè della peppina” e “le tagliatelle di nonna pina”, personaggi di mondi lontani come “la danza di rosinka” “popoff” e “l’astronave di capitan rottame”, animali bravi a ballare come “ il valzer del moscerino” e “il pulcino ballerino” ma anche animali un po’ speciali “il topo zorro”, “ il catalicammello” e “la tartarumba” ma anche animali che grazie alle canzoni sono diventati famosi “il gatto puzzolone “, “ il coccodrillo come fa?” e “ quarantaquattro gatti”.

Le canzoncine sono più di 700 e senza accorgercene sono quasi 60 anni che ci fanno compagnia.

I bambini cantando Acquisiscono consapevolezza della propria voce ed a esprimersi con il proprio corpo, vincendo quella timidezza tipica di ogni bimbo. Cari genitori cantiamo con i nostri figli, tiriamo fuori la voce e le note troveranno una loro armonia e melodia, chissà se uno dei prossimi interpreti dello zecchino d’oro potrebbe essere il tuo bambino o la tua bambina.

Qui potrai ascoltare Le più di 700 canzoncine che senza accorgercene sono più di 50 anni che ci fanno compagnia. Tra le più famose: Quarantaquattro Gatti, Ciribiricoccola, Virgola,  Il Pulcino Ballerino, il Torero Camomillo, , il Pinguino Belisario, il Lungo il Corto e il Pacioccone, cocco e dritti, i Tre Corsari e  Volevo un Gatto Nero.

Biancaneve è riuscita a conquistare il cuore dei sette nani prendendoli per la gola, cucinando una buonissima zuppa, purtroppo la scena con tanto di canzone "Music in Your Soup" fu tagliata per motivi di copione. Lo sapevate?
In ogni famiglia dovrebbe essere buona abitudine almeno una volta al giorno, sedersi insieme a tavola, la cena o il pranzo come momento di dialogo aperto. Fondamentale è il clima che si crea intorno al momento del pasto insieme, spegniamo la TV e tutto quello che potrebbe distrarci, concentriamoci su chi abbiamo davanti.
Abituiamo i nostri bambini a questa atmosfera di tranquillità e di unità, non realizziamo pietanze differenti e serviamo porzioni piccole per abituarli a nuovi sapori. Non si mangia per far piacere a qualcuno e la cena non diventi un campo di battaglia per dimostrare chi vince.
Se per noi la frutta e a verdura sono importanti intensifichiamo i loro colori e portiamole in tavola per prime, da protagoniste. Per i più piccoli l'ora della pappa può diventare un momento di divertimento e di una relazione speciale con la mamma e il papà, inventiamo storie o cantiamo filastrocche per rendere più emozionante questo appuntamento quotidiano.
Le canzoncine animate possono essere un traguardo di conquiste motorie, può bastare un semplice battito di mani o un'espressione del viso divertente.
Care Mamme se vostro figlio fa i capricci per mangiare provate ad invitare un suo amico, insieme scegliete il menù e preparate la tavola, e vediamo cosa succede...

Tra le tante canzoni qui potrai ascoltare:
Viva la Pappa col Pomodoro, Le Tagliatelle di Nonna Pina, Carletto, Il Cuoco Pasticcione, Non lo faccio più, Superfragilistichespiralitoso di Mary Poppins e in Fondo al Mar dal cartone animato la Sirenetta

Salagadula megicabula bibbidi-bobbidi-bu questo è l'incantesimo che la fata Smemorina pronuncia per trasformare Cenerentola. Anche noi con i nostri figli bisogna trovare l'incantesimo, le parole magiche per prepararli a dormire. Creiamo un rituale della buonanotte. Individuate l'ora giusta per la nanna, non solo loro saranno più riposati, ma lo sarà anche tutta la famiglia.
I bambini soprattutto quelli più piccoli hanno paura del buio e avvertono il momento della buonanotte come una separazione da mamma e papà. Il bambino ha bisogno di una strada certa sul quale muoversi. Se un genitore dice sempre si ad ogni pretesa il piccolo si sentirà più forte del genitore stesso. Quindi gentili ma allo stesso tempo risolutivi.
La casa piano piano si deve spegnere: si abbassano le luci, si smorzano i rumori, basta giochi. Via ad attività più tranquille, il bagnetto, il pigiama, ci laviamo i denti, una favola raccontata da mamma o papà, una o due ninna nanne.
Troviamo un oggetto magico per la notte, un peluche o una bambola, e perché no anche far volare un po' di ombre cinesi nella parete, che stimolano la fantasia e preparano i nostri bambini ai sogni, e non dimentichiamoci, che i sogni son desideri...
Tra le tante canzoni qui potrai ascoltare:
Buonanotte Fiorellino, Sei Forte Papà, La Nave Nera, Ninna Nanna Ninna oh, Canzoncina della Buonanotte, Grazie Mamma , Fate la Nanna Coscine di Pollo e i Sogni Son Desideri di Cenerentola.

Liberiamo il bambino che è in noi, non c'è un'età giusta per fare e sognare.

Quante volte abbiamo immaginato di giocare nella New Team insieme ad Holly e Benji, o alzare la palla per Mila o per la mitica schiacciata di Mimi Ayuara, la goccia di ciclone, e ci siamo incoraggiati a vedere il piccolo Gigi la trottola fare canestri a tre metri di altezza.
Ognuno di noi aveva una sorella preferita di occhi di gatto, ci siamo emozionati con le avventure di Candy Remi e Lulù, innamorati di Creamy, Georgie e Lamù, abbiamo lottato insieme a Ken Shiro, Lady Oscar e l'Uomo Tigre, abbiamo sognato di essere piccoli piccoli per nasconderci come i Puffi e Memole, e ci siamo chiesti chi era più forte tra Mazinga Goldrake Daltanius Daitan e Jeeg Robot.
Il tempo dei cartoni era sacro, la merenda si poteva portare anche dentro l'arcadia di Capitan Harlock, la nave stellare più potente dell'universo, sicuri che neanche Lupin ce l'avrebbe rubata!
Riascoltiamo con incanto Cristina D'avena e le altre sigle dei cartoni animati che ci facevano sognare, sdrammatizziamo i problemi, e come diceva Charlie Chaplin "Una giornata senza sorriso è una giornata persa".
Oltre i cartoni animati possiamo ascoltare le sigle dei telefilm e dei programmi televisivi che ci hanno cresciuto, inoltre troveremo le colonne sonore dei film che ci hanno entusiasmato nella nostra infanzia come Rocky, Guerre Stellari, ET, Mission Impossible e anche quelle che ci hanno dato dei piccoli brividi come la musichetta dello Squalo.

Ninna nanne e canzoni buonanotte per bambini
ore 1:00 - ore 6:00

"Prima che il sole tramonti sul suo sedicesimo compleanno, ella si pungerà il dito con il fuso di un arcolaio", ci sono dei momenti in cui Malefica, la strega della Bella Addormentata, diventa il nostro personaggio preferito.
Siamo nel cuore della notte e stiamo già dormendo ed iniziamo a percepire in lontananza un suono strano simile ad un ruggito di un leone o ad una sirena dell'ambulanza, ed invece è il pianto acuto di lui...esitiamo un attimo, sperando che sia un lamento leggero, ma purtroppo ci dobbiamo alzare!
I piccoli bambini per istinto naturale anche di notte, cercano la vicinanza dei genitori, soprattutto della mamma.
Quindi armiamoci ti di grande serenità e pazienza, non accendiamo luci, non accendiamo la tv, mettiamoci vicino a lui, proviamo ad ascoltare qualche canzoncina rilassante e aspettiamo l'arrivo di Morfeo.
Qui potrai ascoltare le melodie che aiutano a rilassare i bimbi come i suoni della natura, dolci Ninna nanne composte da Brahms, Mozart, Debussy e Chopin