La meraviglia della natura - Pocahontas & Spirit - Apprendere con i cartoni

imparare-cartoni-natura-spirit-pocahontas

LA MERAVIGLIA DELLA NATURA - Pocahontas e Spirit cavallo selvaggio

 

Il rapporto tra uomo e natura,  in questo caso tra bambino e natura, è un argomento poco trattato se non ignorato.
Se ci soffermiamo un attimo ad analizzare ciò, possiamo però capire l’importanza fondamentale di questa relazione.
Già all’inizio del secolo scorso, Maria Montessori aveva intuito il forte legame che esiste tra infanzia e natura, cogliendone le immense potenzialità educative.
Infatti nei suoi scritti e all’interno dalla sua prima “ casa dei bambini” costruita nel 1907, aveva sottolineato l’importanza dello sviluppo del bambino in modo spontaneo  e il contatto con l’ambiente circostante, facendolo crescere in modo , appunto, «naturale».
Negli ultimi anni è aumentato  il contrasto tra la vita naturale e quella sociale del bambino che viene civilizzato in modo precoce, facendolo entrare in contatto con il mondo industriale ed economico della vita adulta che ha immagini e stimoli  troppo veloci, incomprensibili e a volte non adatti alla sua età.
Infatti vi sono due visioni, la prima che appoggia e sottolinea l’importanza del rapporto tra bambino e la natura,  come la scoperta del mondo che dovrebbe essere all’interno di un contesto reale, dove il bambino è libero di muoversi ed esplorare autonomamente; l’altra che non curandosi della natura è a favore di  spazi  piccoli, isolati e con materiali artificiali  che, inconsciamente, costringe  l’essere umano a restrizioni e chiusure, condizionando pesantemente lo sviluppo infantile.
La relazione tra infanzia e natura viene portata sui nostri schermi dai film, pubblicità e anche da cartoni animati, dove il bambino può immedesimarsi con i personaggi del cartone , capendo la differenza fra quello che potrebbe fare e quello che fa.
Il bambino e soprattutto gli adulti potrebbero capire , attraverso questi,  l’importanza della libertà, del contatto con l’ambiente circostante e del rapporto con gli altri.
Potrebbero riflettere  sullo sviluppo del figlio, vedendo la  differenza tra lo sviluppo generale di un bambino cresciuto attraverso un contatto sensibile e profondo con la natura, dove può esplorare il mondo senza paura e senza limiti divertendosi con gli altri ; e lo sviluppo di un bambino inerte e annoiato chiuso tra mura della sua casa.
Tutti noi possiamo vedere questa relazione uomo – natura attraverso l’aiuto di cartoni animati come  “Pocahontas”(1995, Walt Disney) e “ Spirit , cavallo selvaggio” (2002 , DreamWorks Animation,  che ha ricevuto nel 2003 una nomination ai premi oscar come miglio film di animazione).
Questo tema diventa principale nel film Pocahontas dove la protagonista canta: «Ma sappi che invece ogni cosa al mondo , come te ha uno spirito e un perché… Dai corri insieme a me nella foresta  fai entrare un po' di sole dentro te ,  saprai che non c'è bene più prezioso  e così la ricchezza scoprirai  i fiumi e i lampi sono miei fratelli e gli animali sono amici miei ». In questo film viene sottolineata l’importanza della libertà e della dignità di ogni essere vivente, dove tutti vengono rispettati  , dove le differenze individuali ( anche quelle oggettive, uomo e esseri viventi) non vengono viste come un ostacolo ma come un arricchimento intersoggettivo. Nel cartone vediamo come Pocahontas riesce ad affrontare le sue avventure grazie all’aiuto della natura, infatti, i suoi amici inseparabili sono due animaletti : il procione ( o orsetto lavatore) che si chiama meeko, e il colibrì di nome flit. Questi fantastici animali che, per una volta, non hanno il dono della parola, ma indipendentemente da questo riescono ad esprimere le loro emozioni , aiutando la protagonista a riflettere e a risolvere i dilemmi vari.
Pocahontas si rivolge anche alla  Nonna Salice: è un vecchio salice ,che parla, è animato e si trova  sopra un lago. La nonna rappresenta la comunione degli indiani (popolo della protagonista) con la natura, è una creatura saggia e gentile. Vuole molto bene a Pocahontas, e perciò cerca sempre di darle consigli per andare avanti con la sua vita nel migliore dei modi.
Anche il padre di Pocahontas, Capo Powhathan, afferma: “ lei ha lo spirito di sua madre, va dove la porta il vento”, questo a mostrare la forte relazione tra lei e la natura.
Pocahontas dimostra di essere gentile, innamoratissima e amante della natura , con un carattere forte e testardo , infatti è molto  coraggiosa, è un vero e proprio spirito libero!.
Questa forza che lei ha, ci appare molto simile alla forza che veniva descritta dalla Montessori, in quanto, i  bambini che sono a contatto con la  natura riescono a sviluppare la loro forza;  questa non è solo funzionale alla crescita del fisico ma alimenta anche il “sentire” la natura, con dei benefici  sulla psiche, sulla mente, sullo spirito, arricchendo così le percezioni, l’apprendimento, la moralità.
Anche Piccolo Fiume , co-protagonista del film “ Spirit, cavallo selvaggio”, un indiano della tribù dei Lakota, ha questa forza interiore.  Piccolo fiume, al contrario degli altri uomini,  non la usa per domare Spirit o per sovrapporsi ad esso ma, riesce a “ sentire il suo sentire” .
Questo rapporto, ragazzo e cavallo,  è basato su un rispetto reciproco dove nessuno prevale  sull’altro ma c’è uno scambio bidirezionale.
L’animale riesce a capire l’uomo, lo stesso accade all’uomo che comprende il desiderio di Spirit di essere libero senza vincoli e padroni.
Nel finale, Piccolo fiume libera i due cavalli, Spirit  e la sua amica Pioggia ( cavalla appartenente all’uomo ) , sapendo che   saranno sempre tutti e tre legati da un legame indivisibile ; Piccolo fiume dice a Pioggia: “tu sarai sempre nel mio cuore” e continua con  Spirit : “mi mancherai amico mio” .
Anche Spirti girandosi verso il ragazzo afferma: “era tanto che aspettavo di correre libero, ma quell’addio fu più doloroso di quanto avessi immaginato, non dimenticherò mai quel ragazzo e come riconquistammo la nostra libertà insieme”.
Questi temi e valori che vengono alla luce grazie ai cartoni animati, sono indispensabili e dovrebbero essere  alla base della crescita un bambino. Esso immedesimandosi nei protagonisti e «entrando», attraverso un contatto spirituale più che fisico, nel cartone animato, può apprendere da questi,  capendo e riflettendo sul potenziale rapporto uomo e natura.
Il bambino in questa relazione è visto come il soggetto principale, il protagonista, che ha una visione del mondo neutra e imparziale , senza pregiudizi e tabù. Esso riesce a stupirsi di fronte agli spettacoli semplici della natura, che, apparentemente possono sembrare superflui e «banali».
Anche il pedagogista Rousseau, nel milleottocento, diceva che:  il bambino è una persona  «pura», non ancora «contaminata» dal mondo industriale del dominio e del potere. Il fanciullo è l’unico soggetto in grado di capire la natura  ed è capace di relazionarsi con il mondo a lui circostante.
Questa relazione diventa un momento di apprendimento, verso una comprensione di sé e dell’ambiente circostante. Credo che il contatto con gli animali e le piante possa essere un modo per scoprire se stessi. Dovremmo tutti trovare il tempo per muoversi all’aperto e trarre tutti i benefici possibili.
Questo  sentimento della natura come valore fondamentale ,  principale e prezioso per l’uomo , dove il bambino è visto come il privilegiato , l’unico portavoce rimasto, viene riportato come tema principale dal poeta romantico William Worsworth.
Il poeta racconta ,nel suo sonetto ,che vorrebbe essere così sensibile da meravigliarsi (come fa un bambino) di fronte agli spettacoli della natura,  come se fosse sempre  la prima volta . Inoltre, afferma che tutti gli uomini dovrebbero imparare dai fanciulli, infatti nel sonetto intitolato “my heart leaps up”  dice: “the child is father of the man” ( il bambino è padre dell’uomo), facendoci capire la grande potenzialità del fanciullo.

colonna sonora I colori del vento nel film «Pocahontas»

“Ma sappi che invece ogni cosa al mondo, come te ha uno spirito e un perché …Dai corri insieme a me nella foresta  fai entrare un po' di sole dentro te ,  saprai che non c'è bene più prezioso  e così la ricchezza scoprirai  i fiumi e i lampi sono miei fratelli e gli animali sono amici miei” 

William Worsworth , « My heart leaps up»

“My heart leaps up when I behold

A rainbow in the sky

So was it when my life began;

o is it now I am a man;

So be it when I shall grow old,

Or let me die!

The Child is father of the Man;

And I could wish my days to be

Bound each to each by natural piety”.

Traduzione in italiano:

Il mio cuore salta quando vedo

Un arcobaleno nel cielo

Così fu quando la mia vita iniziò

Così lo è ora (che)sono un uomo;

O altrimenti fammi morire!

Il bambino è padre dell’uomo

Ed io potrei desiderare i miei giorni di essere.

Legati l’uno all’altro da naturale pietà.

 

 

 



Condividi sui tuoi social questo articolo del blog

0
55