A DIFFERENT POINT OF VIEW -Dragon Trainer & Emoji - apprendere con i cartoni animati

CARTONI-ANIMATI-TEMA-DIVERSITA-Emoji_Dragon-TraineR

A DIFFERENT POINT OF VIEW - il tema della diversità- Dragon Trainer - Emoji

Cari genitori, come abbiamo visto, i cartoni animati hanno un ruolo importante nella vita dei bambini. Oltre a farli divertire, possono aiutarli ad adattarsi al mondo e affrontare passaggi difficili della crescita.
Tratteremo in questo articolo il tema della diversità e vi suggeriremo alcuni film d’animazione che ne parlano e dei protagonisti che fanno della loro diversità una risorsa per la comunità. Per diversità intendiamo “l’essere diverso, non uguale né simile”.
Il primo film d’animazione che vi consigliamo si intitola “Dragon Trainer” (Universal Pictures USA 2010) nel quale incontrerete Hiccup, un giovane vichingo dall’aspetto insolito: magro e esile di statura, totalmente diverso dal padre e dal resto degli abitanti del suo villaggio di guerrieri forzuti e “grossi”. Tutti gli abitanti del suo paese sono costretti a lottare contro i draghi per sopravvivere e il nostro Hiccup viene visto quasi come un peso per il villaggio perché, a causa del suo fisico, non può essere d’aiuto nelle battaglie e oltretutto, quando ci prova, combina solo guai!!! Un giorno riesce a catturare il drago più temuto dal villaggio e tra i due nasce una straordinaria amicizia ….
Non staremo a raccontarvi la trama o il finale, ma ci limiteremo solo a spiegarvi il perché questo film è molto interessante dal punto di vista educativo.

Hiccup, il protagonista, rappresenta un giovane adolescente che si trova a far i conti con la propria diversità, non solo fisica, ma anche emotiva. E’ oltretutto dotato di una straordinaria intelligenza creativa, totalmente o sicuramente celata, nel resto degli abitanti della sua comunità. Si sente solo ed è isolato dal gruppo di pari e oltretutto non si sente accettato nemmeno dal padre che lo considera quasi uno scherzo della natura. Hiccup però accetta se stesso e riesce alla fine a dimostrare che essere diversi non è un male, anzi è una grande risorsa e che ognuno di noi ha un posto in questo mondo!
Questo film d’animazione è adatto a bambini a partire dai sette otto anni in su e non solo a coloro che in qualche modo sono o si sentono “diversi”, ma anche a tutti gli altri, perché spiega in modo molto semplice e spassoso quanto la diversità possa essere una risorsa straordinaria per la comunità, se saputa riconoscere e sviluppare come tale.
Altro film che ci sentiamo di suggerirvi è “Emoji: accendi le emozioni” (Sony Pictures Animation USA 2017).
 In questo film d’animazione il protagonista Gene, si trova a dover “lottare” contro sé stesso e il resto degli abitanti del mondo virtuale in cui si trova, dove non c’è assolutamente spazio per la libertà espressiva. Gene dovrebbe esprimere l’emozione “bha”, ma non ci riesce perché è nato “difettoso” e per questo esprime tutte le emozioni. Sarà proprio questo il motivo per ci sarà costretto a scappare alla ricerca di un hacker che lo riprogrammi, per far in modo di cancellare ciò che di lui non va.
Durante il viaggio però incontra alcuni amici che gli fanno capire che lui è speciale così com’è, fino al punto che sarà proprio Gene a salvare il suo mondo restando se stesso, diventando un emoji che contemporaneamente riesce trasmettere più di una emozione.
Ci sono tanti cartoni che in modi diversi affrontano il tema della diversità, come per esempio quelli che propone la Disney che raccontano storie di personaggi sicuramente speciali, ad esempio Lilo e Stitch (2002), Ribelle (2012), ed Elsa la protagonista di Frozen, proprio mentre canta dice che “…non è un difetto, è una virtù e non la fermerò mai più, nessun ostacolo per me[…]!!!»
E’ questo il messaggio che dovrebbe arrivare a tutti noi, ESSERE DIVERSI È UNA VIRTÙ!

 



Condividi sui tuoi social questo articolo del blog

0
21